martedì 28 aprile 2015

Successo per “Daje e daje… L’amore vince sempre”

Il primo weekend programmato per il mini tour dello spettacolo “Daje e daje… L’amore vince sempre” è stato un successo.

Durante i due giorni di programmazione presso lo spazio de “La Banca del Tempo del Municipio Roma XV” si è registrato un afflusso di circa 100 persone, per una sala che contiene al massimo 60 persone.

Un piccolo grande successo di pubblico per la commedia firmata da Alessandro Tozzi, in collaborazione con Max Lucamarini.

L’amore, croce e delizia di ogni individuo, è il tema sul quale ruota la divertente commedia, dove vivono e prendono forma i personaggi di Cesare, Inese, Ignazio e Carlotta. L’amore che viene “minacciato” dai tradimenti e che a causa di questi può volgere al termine.

Alessandro

Carlotta


Donatella

Ignazio

Inese
“Quartiere popolare di Roma, un cestino pieno di cibarie, un uomo che aspetta la sua donna che si sta facendo bella… sembra tutto pronto per una gita domenicale ma… all’improvviso… scatta l’ora delle rivelazioni!

Entrambi hanno qualcosa da confessare. E cosa, se non le corna, da sempre croce (le proprie) e delizia (quelle altrui) dell’esistenza, fonte inesauribile di risate ma anche di riflessione sulla meschinità umana?

Ne uscirà una rissa generale? Un dibattimento in Tribunale?

Chi vivrà vedrà… anzi, chi vedrà saprà!”

Luisa Cimarra, Vincenzo Ruggirello, Christian Iannelli ed il compagno di (s)venture di sempre Max Lucamarini, Donatella Perna ed Alessandro Fia, vi aspettano per il prossimo weekend di Sabato 2 e Domenica 3 Maggio, sempre presso spazio de La Banca Del Tempo, sito in Via Inverigo 28, Padiglione B, Roma.


Gli orari dello spettacolo:
Sabato 2 Maggio ore 21:00
Domenica 3 Maggio ore 17:00

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Per maggiori info e prenotazioni, scrivere a: insieme.sipuo@tiscali.it

martedì 14 aprile 2015

Chef Alessandro Battisti torna in Italia dopo l’esperienza ai Caraibi


Chef Alessandro Battisti torna in Italia, dopo l’esperienza caraibica all’interno dell’Eden Roc at Cap Cana, un prestigioso relais & chateaux immerso nella natura, con tutti i comfort che  ci si aspetta da una struttura raffinata e lussuosa.

Una struttura immersa in un Paese che non conosce stagioni, con luoghi incantevoli e ingannevoli ove il tempo sembra essersi fermato, scandito dal sole.

La Repubblica Dominicana ha prodotti straordinari, ma la particolarità essenziale è nella differenza di gusto dei prodotti che conosciamo. Un differente territorio e clima equivale ad avere un differente sapore nel piatto. Una sfida per Chef Alessandro Battisti, alla ricerca dell’esaltazione di quei prodotti dal sapore quasi nuovo e dell’esaltazione dei prodotti locali.

Ogni volta che scopro nuovi gusti, mi sembra di ringiovanire: sensazioni e vibrazioni di nuove combinazioni da stendere in quella tela di ceramica. Da questa mia esperienza e da quelle emozioni sensoriali e di gusto, nasce il sashimi di chillo con pico de gallo dominicano, guacamole e chips di yuca.


La frutta che incontra il mare e si mescola tra salse con personalità diverse.

L’esperienza di Chef Alessandro Battisti non si sofferma soltanto nel gusto e nei cibi, ma si completa anche attraverso la conoscenza di un popolo e della sua cultura.

Vivere e confrontarsi con costumi ed usanze differenti rispetto all’Europa, rispetto all’Italia, con luoghi e persone che offrono un punto di vista e una sfumatura del tutto diversa da quella che conoscevo, mi hanno donato un colore che ho aggiunto alla tavolozza della mia esperienza umana e lavorativa, da portare in viaggio come conoscenza e come cultura, che si ripercuoteranno naturalmente anche nei miei piatti.


Una sfida dunque, sia a livello culturale che caratteriale, cercando di assorbire il più possibile, mescolando odori e sapori, creando così un gusto ed un sapore nuovo, dal quale con un morso potreste vivere la stessa esperienza caraibica.

Chef Alessandro Battisti torna dunque a lavorare come sous-chef presso L’Andana, struttura immersa nella Toscana.

mercoledì 1 aprile 2015

Daje e Daje... L'Amore vince sempre


Daje e Daje... L'Amore vince sempre



Quartiere popolare di Roma, un cestino pieno di cibarie, un uomo che aspetta la sua donna che si sta facendo bella… sembra tutto pronto per una gita domenicale ma… all’improvviso… scatta l’ora delle rivelazioni!

Entrambi hanno qualcosa da confessare. E cosa, se non le corna, da sempre croce (le proprie) e delizia (quelle altrui) dell’esistenza, fonte inesauribile di risate ma anche di riflessione sulla meschinità umana?

Ne uscirà una rissa generale? Un dibattimento in Tribunale?
Chi vivrà vedrà… anzi, chi vedrà saprà!

Virgin Like Sasha



Virgin Like Sasha


I Virgin Like Sasha nascono tra le polveri della provincia di Milano, laddove la rabbia e la desolazione talvolta sono forti quanto il silenzio dell’indifferenza di chi dovrebbe ascoltare le voci di una generazione in frantumi, senza più certezze per un domani.

Dalla rabbia e dalla desolazione nasce però una grande forza, una idea di speranza che viene coltivata da tutti quei giovani che non si lasciano rubare l’entusiasmo, ma bensì reagiscono imponendo al proprio io il riscatto della propria esistenza e della propria generazione.

La musica dei Virgin Like Sasha si ispira al sound di Seattle, unita al rock degli anni ’70 e ’80, attualizzando le tematiche in un mondo sempre più in contrasto tra passato e futuro, ove la parola futuro appare sempre più sbiadita, come fosse scritta con un inchiostro simpatico.

Tra necessità di ribellione intellettuale e di espressione, i Virgin Like Sasha trovano la loro voce, le corde della chitarra, il basso e la roboante batteria, per un sound esplosivo, influenzato da un mix di garage music e post grunge, in un imperfetto indie style.